URGENTE!!!! - resoconto Direzione Nazionale FIMP 21 febbraio 2018

DIREZIONE NAZIONALE FIMP DEL 21/02/2018

Care Colleghe e Cari Colleghi,

data l’urgenza della situazione che si sta verificando vi relaziono immediatamente su quanto è stato detto ieri in Direzione Nazionale.

Quanto di seguito si riferisce agli accadimenti degli ultimissimi giorni che hanno visto , prima a titolo ufficioso e poi a livello ufficiale un rapidissimo sviluppo delle trattative sindacali volte ad un possibile “pre accordo” su base economica legato al prossimo ACN.

Come vedrete alcuni punti dovranno essere formalmente definiti dalla Parte Pubblica nelle prossime ore con un nuovo atto di indirizzo che, al momento in cui scrivo, è stato dato per certo ma solo verbalmente.

Lasciando da parte le informazioni giornalistiche che non sempre sono aderenti alla realtà e che devono sempre essere valutate con spirito critico ed esperienza sindacale vi informo che è stato grazie all’attività ufficiosa della nostra presidenza nazionale nei contatti con il Ministro Lorenzin che si è giunti successivamente ad un incontro ufficiale anche alla presenza di FIMMG.

In tale incontro sono state superate difficoltà di tipo amministrativo con la SISAC rappresentata dal dott. Pomo e nei rapporti con la conferenza stato regioni rappresentata dai dottori Saitta, Garavaglia e Bonacini, e si è giunti allo sblocco dei fondi riferiti alla “vacatio” contrattuale dal 2010 al 2015.

Inoltre è stata data disponibilità (per ora verbale e in attesa della formalizzazione con un nuovo atto di indirizzo che dovrebbe realizzarsi nelle prossime ore) a recuperare anche gli anni 2016-2017 (“vacatio” + aumenti previsti dalla finanziaria) a fronte di una condivisione di principio su alcuni obiettivi prioritari di politica sanitaria nazionale (VEDI ALLEGATI) che dovranno essere recepiti nei futuri AIR. Ovviamente l’applicazione pratica di questi principi sarà legata ad una contrattazione economica da valutare in sede di trattativa regionale.

Nei contatti con SISAC in questo “pre accordo” si andrebbero anche a modificare tre punti degli attuali ACN:

  1. Regolamentazione del diritto di sciopero adeguandolo all’attuale normativa di Legge. Si tratta di un atto dovuto ma anche l’ufficio legale FIMP Nazionale sarà attivato per valutare ciò che sarà scritto. I dettagli saranno definiti nei prossimi AIR.

  2. Graduatorie e meccanismi di accesso alla professione facilitando l’ingresso dei Colleghi più giovani e senza incarico definitivo.

  3. Massimale. La FIMMG lo vuole aumentare portandolo a 1500 ma per la Pediatria di Famiglia sostanzialmente tutto resterà come è, in particolare resterà la possibilità a livello regionale di gestire le situazioni sulla base delle necessità contingenti (art. 38).

Anche da parte Pubblica è stata espressa e la condivisione e l’interesse a chiudere l’accordo definitivo entro fine 2018. Su questo punto la Fimp insistera’ per avere delle garanzie .

Nel 2018 abbiamo due possibili criticità, la prima legata all’incognita post elettorale delle prossime elezioni politiche nazionali con scenari che potrebbero diventare estremamente incerti e preoccupanti per tutto il comparto delle cure primarie , la seconda legata alla prossima finanziaria di fine 2018 che, qualora non venissero firmati “pre accordo” e successivo ACN definitivo che stabilizzi gli aumenti oggi previsti , potrebbe non prevederli più!

La Direzione Nazionale all’unanimità, presenti rappresentanti di entrambe le liste per la presidenza della futura dirigenza FIMP, hanno dato mandato al Presidente di proseguire nelle trattative condividendo ed apprezzando la linea fino ad ora seguita . Il Presidente Chiamenti convocherà comunque con urgenza un Consiglio Nazionale per domenica 25 febbraio 2018 per informare, ricevere suggerimenti ed eventualmente avere il benestare per la firma di quanto sopra descritto. Verrà data notizia a tutti i Segretari Provinciali che sono caldamente invitati, data la grande importanza della motivazione, a partecipare, personalmente o con un loro delegato, per esprimere il proprio pensiero.

In particolare sull’allegato riferito all’articolo 4 del “pre-accordo” è stato fatto rilevare più volte come questo sia, indipendentemente dal riscontro economico collegato, un passo in avanti verso il coinvolgimento ufficiale della Pediatria di Famiglia e della FIMP nei Tavoli di regia regionali che in futuro con le loro decisioni potrebbero modificare le nostre attività professionali.

Sono come sempre disponibile per qualsiasi ulteriore chiarimento.

Cordiali saluti e buon lavoro a tutti.

dott. Renato Turra

Segretario Regionale FIMP Piemonte

Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Ricerca per titolo

Sindacato Medici Pediatri di Torino e Provincia

Corso Alcide De Gasperi, 32 10129 - Torino

P.I. 110245550011

web master - Simone Lisi - simonelisi@live.it