QUESITO PER L'AVVOCATO LONGHIN

12/06/2019

Risposta dell’avvocato Longhin al quesito della dottoressa Gambotto

 

Il quesito posto dalla dr.ssa Gambotto può ricevere risposte diversificate a seconda dell’angolatura da cui lo si esamina.

Se lo si esamina dal punto di vista del rapporto convenzionale il certificato di idoneità alla frequenza alla scuola dopo un infortunio o una situazione che determini una invalidità temporanea non è contemplato tra le prestazioni convenzionali. Neppure è contemplato in qualche norma di legge, tant’è che la scuola lo chiede per un motivo contrattuale (la polizza di tutela della responsabilità)

Tuttavia se un genitore, a prescindere, richiede al curante del proprio figlio di certificare che lo stato di salute è compatibile con una certa attività la risposta diventa affermativa. L’art. 24 del Cod. deontologia è chiarissimo sul punto. Si tratta di valutare se questa prestazioni possa essere remunerata come per i certificati non previsti dalla convenzione.

COME CERTIFICARE - Il certificato dovrà essere redatto indicando i dati obiettivi e la loro incidenza sullo stato di salute: es. frattura al braccio dx in portatore di doccia gessata. Non sussistono controindicazioni alla frequenza alle lezioni. E’ contrindicato…… 

RESPONSABILITA’ – è quella propria di qualunque atto medico. Se la indicazione non è corretta il medico può essere tenuto a risarcire. Nel caso di riammissione del giovane con il braccio rotto è chiaro che se è stato riammesso con limitazioni a non fare certe cose ( ginnastica, sollevare pesi etc) e dovesse verificarsi che il braccio non consolida perché lo sforza con il pallone, o perché ha subito ulteriore trauma è chiaro che non ci potrà essere responsabilità. Ma se non si consolida perché usa la penna allora il discorso sarà quello proprio di ogni responsabilità medica perché è stata sottovalutata la rilevanza della penna.  ( un esempio vissuto è il seguente. ALUNNA con frattura di una gamba che frequenta le lezioni e chiede al medico di certificare che può andare in gita. Il medico certifica. La ragazza si fa male perché durante la gita prova una giostra. Il tribunale ha escluso responsabilità del medico).

Distinti saluti.

Avv. Roberto Longhin     

                                           

---------------------------------------

From: silvia gambotto

Sent: Thursday, January 10, 2019 7:13 PM

To: Fimp TO ; Renato Turra

Subject: QUESITO PER L'AVVOCATO LONGHIN

 

alla cortese attenzione dell'Avvocato Longhin

NEL PASSATO COME PEDIATRA DI LS HO RIFIUTATO (AVENDO RICHIESTO CONSULENZA MEDICO LEGALE ALL’ASLTO4) DI REDIGERE CERTIFICATI RICHIESTI DALLA SCUOLA PER IL RIENTRO A SCUOLA DI BAMBINI DELLA SCUOLA MATERNA, ELEMENTARE E MEDIA CHE AVEVANO SUBITO UN TRAUMA OSTEO-MUSCOLO-ARTICOLARE CON FASCIATURE GESSI O TUTORI, APPELLANDOMI ALLA LEGGE REGIONALE DEL LUGLIO 2008.

FERMA RESTANDO LA RICHIESTA DI ESONERO DALLE LEZIONI DI ED.FISICA QUANDO NECESSARIO.

DA ALLORA LA DIRIGENTE FA FIRMARE UN MODULO AI GENITORI (IN ALLEGATO) AL FINE DI SOLLEVARE L’ISTITUZIONE SCOLASTICA DA OGNI RESPONSABILITA’.

IN DATA ODIERNA LA DIRIGENTE DEL PLESSO (FAVRIA-CALUSO) MI HA TELEFONATO CHIEDENDO NUOVAMENTE DI PRODURRE IL CERTIFICATO MEDICO PER LA RIAMMISSIONE A SCUOLA DELL’ALUNNO DOPO INFORTUNIO (AVVENUTO DURANTE LE ATTIVITA’ SCOLASTICHE) COMPROVANTE L’IDONEITA’ ALLA FREQUENZA NONOSTANTE E LIMITATAMENTE ALL’INFORTUNIO SUBITO.

GRAZIE A QUESTO CERTIFICATO, QUALORA SI VERIFICASSE UN ALTRO EVENTO ACCIDENTALE O DANNI SUBITI IN AMBITO SCOLASTICO L’ASSICURAZIONE RISARCIREBBE ANCHE IL NUOVO EVENTO.

IN ASSENZA DI SUDDETTO CERTIFICATO L’ASSICURAZIONE NON RISARCISCE NUOVI INFORTUNI O DANNI SUBITI BASANDOSI SULLA PROGNOSI DEL PRONTO SOCCORSO RELATIVO AL PRIMO INFORTUNIO (CONSIDERANDOLO ALLA STREGUA DI UNA INCAPACITA’ LAVORATIVA TOTALE ANCHE SE SI TRATTA DI UN DITO FASCIATO).

LA DIRIGENTE INOLTRE SOSTIENE CHE I PEDIATRI DI CALUSO DA SEMPRE FANNO IL CERTIFICATO RICHIESTO.

NEL DUBBIO CHE L’EMISSIONE DI TALE CERTIFICATO POSSA SCARICARE RESPONSABILITA’ CON IMPLICAZIONI LEGALI SUI PEDIATRI DI LS ,

A TUTELA DEGLI STESSI PONGO LE SEGUENTI DOMANDE :

-          E’ UNA CERTIFICAZIONE DOVUTA?

-          SE E’ DOVUTA , COSA E COME CERTIFICARE

-          CHE TIPO DI RESPONSABILITA’ (CIVILE/PENALE) COMPORTA PER IL PLS?

RINGRAZIO PER LA CORTESE ATTENZIONE

IN ATTESA DI RISCONTRO

 

Silvia Gambotto
Pediatra
via San Rocco 53, 10083 Favria

 

Please reload

Post in evidenza
Post recenti

June 11, 2020

May 27, 2020

Please reload

Archivio
Please reload

Ricerca per titolo

Sindacato Medici Pediatri di Torino e Provincia

Corso Alcide De Gasperi, 32 10129 - Torino

P.I. 110245550011

web master - Simone Lisi - simonelisi@live.it